ATS

51° Salone Nautico Internazionale di Genova 2011

Mai come quest’ anno gli occhi degli addetti ai lavori sono stati puntati sul 51° salone della nautica a Genova, perché, come se non bastasse la traballante situazione economica mondiale che non ha risparmiato il settore, anche l’ eco dei risultati sulle vendite del salone da poco concluso a Cannes preoccupa il mondo nautico italiano e internazionale.

Le premesse proposte da parte degli organizzatori sono senz’ altro piene di ottimi propositi, infatti, oltre  alla classica esposizione nautica in banchina e all’ interno dei padiglioni, l’ edizione di quest’ anno è stata impreziosita  da una serie di eventi notturni e diurni “extra banchina” di tipo culturale, artistico, moda e spettacolo che hanno animato la città in parallelo ad ottantadue eventi collaterali tra convegni, dibattiti, presentazioni e conferenze.

L’ aria che tira tra le banchine e gli stand del salone non è delle migliori, infatti se in un certo qual modo l’ anno passato la crisi la si riusciva a camuffare quest’ anno la si vede ad occhio nudo.

Il salone da parte sua cerca di rispondere con 1300 espositori e oltre 450 modelli per quanto riguarda le imbarcazioni, tenendo presente però che un 60% dell’  esposto interessa la fascia della piccola nautica.

Tempi duri anche per i costruttori  di megayacht (sopra i 24 metri) anche se dati alla mano si evince che paradossalmente è propria questa la categoria che tiene meglio botta all’ attuale situazione economica, questo grazie anche al fatto che l’ export rappresenta oltre due terzi della produzione nazionale e tra i settori del Made in Italy, la nautica si piazza al quinto posto, la conclusione è che di fatto e purtroppo sta venendo a mancare il supporto del cliente entro confine.

Tuttavia i lussuosi megayacht esposti dai  costruttori Viareggini presenti alla 51° edizione raccolgono consensi e alzano l’ asticella sulla qualità e sul design  cercando di prendere distacco dai competitor esteri per essere pronti ed attuali al momento dell’ atteso rilancio economico di questo settore .

Tornando ai numeri per il 2011 il salone nautico di Genova ha accolto circa 450 barche( 200 in meno rispetto al 2010), 1300 espositori ( si mormora un 30% in meno del 2010)   e, i visitatori abituali di questa manifestazione non avranno di certo avuto difficoltà a notare come sia stata sensibilmente ridotta e riorganizzata l’ area dell’ esposizione in banchina per cercare di “tappare” quei buchi lasciati da chi, quest’ anno ha preferito risparmiare il carburante per approdare a Genova.

Il resoconto degli organizzatori è positivo, e dicono, che anche quest’ anno il salone nautico si attesti ai vertici mondiali per qualità e completezza e guardano al sensibile calo delle presenze come un calo inevitabile  e fisiologico  e  compensato dalle varie iniziative ed  vari eventi organizzati “extrasalone” .

Speak Your Mind

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. premi il pulsante o prosegui la navigazione per accettare maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close